Celebrando la fondazione del Prison Rape Elimination Act 15 anni fa

  • 25 settembre 2018

Il 4 settembre 2018 ha segnato il 15th Anniversario della firma del Prison Rape Elimination Act (PREA) da parte del presidente George W. Bush in risposta a quella che è chiaramente diventata una crisi dei diritti umani nel nostro paese. Nel 2013, uno studio del Bureau of Justice Statistics ha stimato che circa 200,000 persone hanno subito abusi sessuali in una struttura di detenzione nell'arco di un anno.

Oggi, l'Office of Crime Victims Advocacy (OCVA) vuole riconoscere e onorare quei sopravvissuti, famiglie e alleati che hanno raccontato e continuano a raccontare le loro storie e usano le loro voci per esclamare che lo stupro non fa parte della condanna per un crimine. Queste persone hanno lavorato instancabilmente per garantire che le protezioni siano in atto per garantire la sicurezza a tutte le persone incarcerate.

In questi 15 anni, avvocati, sopravvissuti e altri alleati hanno lavorato non solo per creare standard per tutte le carceri, carceri e centri di detenzione giovanile, ma anche per perseguire un cambiamento culturale nel pensiero per riconoscere che le persone incarcerate meritano la stessa sicurezza e supporto di qualsiasi altra comunità membro. Il New York Times ha condiviso un op-ed che documenta con forza la giustapposizione dei nostri media tradizionali e le realtà di un sopravvissuto a uno stupro in prigione. Questo video condivide in dettaglio la storia di una sopravvissuta allo stupro, si prega di prestare attenzione a se stessi e agli altri durante la visualizzazione o la condivisione di questo video.

Nel 2012 il primo PREA standard sono stati rilasciati richiedendo che le strutture di detenzione adottino misure per prevenire, indagare, rispondere e fornire adeguati servizi medici e di supporto alle persone nelle loro strutture. Una parte vitale di questi standard è il requisito che le vittime incarcerate di violenza sessuale abbiano accesso a servizi di supporto esterni.

Con il rilascio di questi standard, OCVA, la Washington Coalition of Sexual Assault Programs (WCSAP) e il Washington State Department of Corrections (WADOC) hanno iniziato rapidamente a conversare su cosa sono i servizi di difesa delle aggressioni sessuali e su come potremmo coinvolgere tali servizi nello Stato di Washington. sistema carcerario. Nei sei anni trascorsi dallo sviluppo degli standard PREA, questa partnership insieme alla dedizione di 14 programmi comunitari di aggressione sessuale (CSAP), ha sviluppato processi e procedure e ha assicurato che i sopravvissuti incarcerati nelle strutture WADOC abbiano accesso ai servizi di difesa della violenza sessuale in ospedale , per telefono, di persona e durante alcune interviste investigative.

In qualità di front runner in questo movimento, siamo così orgogliosi di far parte del grande lavoro che la nostra coalizione e i partner del Community Sexual Assault Program stanno svolgendo nello Stato di Washington per sostenere i sopravvissuti incarcerati.

OCVA continua a partecipare alle conversazioni per sostenere i programmi che stanno cercando di implementare questi servizi all'interno dei loro sistemi locali di detenzione per adulti e minori.

Per ulteriori informazioni sul lavoro che abbiamo svolto nello Stato di Washington per fornire sostegno ai sopravvissuti a violenze sessuali, visita il Sito Web WCSAP o sentiti libero di contattare il nostro ufficio.

Ecco alcune altre risorse disponibili per quanto riguarda PREA:

Centro risorse PREA - https://PREAresourcecenter.org

Just Detention International - https://justdetention.org/

Per ulteriori informazioni sulle opportunità di finanziamento per questo lavoro, contattare il coordinatore del programma OCVA o Megan Baskett, Direct Services e PREA Specialist.

Condividi questo post